Prodotto aggiunto al carrello

Visualizza carrello X
Innovatori di Natura <strong>Innovatori di Natura</strong>

“ È importante sentire che ci si aspetta che voi facciate la differenza – e che voi siete qualificati per farla. L’innovazione richiede la fondamentale convinzione che gli individui siano importanti.”

Robert Dennard

Ciao,

Continua la nostra rubrica sulle notizie positive dal mondo della sostenibilità.

La presente è un’edizione speciale, interamente dedicata alla Foresta degli Innovatori, l’evento firmato VAIA che ha scavato il terreno per creare un luogo unico.

La nostra storia comincia tra le foreste dell’Alpe Cimbra, dove per lungo tempo i boschi si ergevano forti e rigogliosi sul fianco della montagna, proteggendo abitanti e visitatori.

Ma una notte bastò perché tutto cambiasse, quando giunse una tempesta così forte e violenta che fu in grado di stravolgere l’identità dell’ecosistema.
Gli alberi e tutti gli animali si accorsero che si trovavano in grave pericolo, che la loro casa non era più la stessa.

Questa storia poteva terminare così, senza nessun eroe, senza alcun snodo nella narrazione. Eppure, come ben sappiamo, il bosco è l’ambiente dove le storie nascono e crescono; il luogo, dove per antonomasia, tutto può succedere.

In effetti, in questa storia, l’eroe arriva, anzi gli eroi che si riuniscono perché si giunga a un lieto fine: i personaggi paladini sono gli innovatori, giovani talenti che guardano il futuro come una sfida, come un terreno fatto di opportunità, rigogliose, anche quando la tempesta incombente sembra avere il sopravvento.

Stiamo parlando dei giovani selezionati da Forbes per la categoria U30 (Under 30), di cui VAIA fa parte dal 2020, e dei Global Shaper Italia.

VAIA ha voluto dedicare uno dei suoi eventi di piantumazione alla capacità di innovazione degli Under 35. Perché in un momento in cui tutto sembra andare male, è importante concentrarsi sull’impegno di chi ogni giorno cerca di costruire valore per la società, attraverso ricerca, informazione, arte, sport e cultura.

Ai protagonisti del futuro, VAIA ha voluto dedicare un luogo, dando vita a una nuova foresta in grado di ispirare, dando alla capacità di innovazione uno spazio simbolico dove radicarsi, per diffondersi e per costruire fiducia.
Durante l’evento di messa a dimora, ogni albero piantato è stato dedicato a un Under35 che si sta mettendo in gioco per dare forma al futuro che desidera
Nasce così La Foresta degli Innovatori.

Clicca il link di seguito per conoscere tutti gli innovatori che hanno partecipato all’evento: https://bit.ly/3yva7DY 

Con questa occasione abbiamo deciso di restituire vigore alla foresta dell’area, che era stata abbattuta durante la tempesta del 2018, e questo non potevamo farlo senza coinvolgere la community dei Vaier.

La capacità di innovazione degli Under35 è stata la linfa per ricostruire la foresta, concedere uno sguardo di speranza verso il futuro ne è stata l’ispirazione.

Così è nata la Foresta degli innovatori: un nuovo luogo per ispirare, uno spazio dove la capacità di innovazione può mettere radici.

Ma in fondo sappiamo che per mettersi in gioco non c’è un limite di età. Per quanto, durante l’evento, l’attenzione si sia rivolta ai nuovi protagonisti del progresso, l’iniziativa era aperta a tutti coloro che si sentissero un po’ innovatori dentro. E noi crediamo che innovatore sia chiunque abbia il coraggio e la volontà di partecipare al cambiamento, di costruire il futuro che desidera incontrare.

E così, 260 giovani, d’età e di spirito, si sono radunati sabato 8 Ottobre a Passo Coe, (Folgaria, TN 45° 51′ 57.3221″ N 11° 13′ 58.35″ E) per una giornata all’insegna della socialità, della rivalorizzazione ambientale e del divertimento.

Per innovare ci vuole stile, e anche lo stile di vita equilibrato può fare la differenza.
La cura del corpo e della mente sono atteggiamenti fondamentali per diventare artefici di un cambiamento positivo.
Lo yoga è l’attività giusta per riportare la persona al suo stato neutrale. 

Anche la nostra giornata innovativa è cominciata con una sessione di yoga, in versione outdoor, tenuta da Martina Rando, fondatrice di Yome, la più grande piattaforma italiana dedicata al wellness.

Subito dopo lo speaker di Radio 101 Fernando Proce fa da modera le parole degli innovatori coinvolti. Di seguito vi proponiamo i nomi di alcuni dei partecipanti: 

  • L’attivista calabrese Francesca Bubba, che ha affrontato, dati alla mano, la condizione delle donne-madri-lavoratrici, sottolineandone la difficoltà nell’accedere al mercato del lavoro, le disparità salariali e i tanti ma poco riconosciuti sacrifici;  
  • Il trentino Giacomo Bertoldi, CEO di Walliance, innovativa piattaforma di crowdfunding immobiliare;
  • la psicologa romana Martina Ferrari (@instasogno), sul tema della salute mentale;
  • la Global Shaper dell’Hub di Napoli Maria Pia Napoletano;  
  • l’iraniana Vida Diba, Local Hero del progetto Heores Never Sleep e product manager di WRÅD (abbigliamento sostenibile), con il suo toccante discorso sulla triste situazione che sta vivendo l’Iran in queste settimane;  
  • lo chef di Ischia Lorenzo Sirabella, la cui pizza a Dry Milano è tra le 100 eccellenze italiane secondo Forbes Under30;  
  • il siciliano Sergio Pitrone, anche lui un giovane startupper Forbes Under30 (Art&Style), che presenta un discorso di grande ispirazione intorno ai concetti di me stesso e me esteso, legati al tema della missione della propria vita.

Dopo la pausa pranzo si è creato un coinvolgente momento di confronto informale tra tutti i partecipanti in preparazione del momento principe della giornata, in cui sono state messe a dimora 1000 piantine, tra abeti, larici e sorbi dell’uccellatore, fornite dalla Forestale locale. 


Ad animare la serata è giunta la stand-up comedy di 4 giovanissimi artisti (il milanese Davide Calgaro, l’italo-giapponese Yoko Yamada, la vicentina Sofia Gottardi e l’italo-marocchino Gianluca Merlino).
Per finire, nonostante il calare di una algida nebbia, la serata è continuata in compagnia DJ Kharfi, anche lui volto giovanissimo della musica milanese, nella formula della silent disco (musica in cuffia), una modalità di lasciarsi andare con la musica, ma rispettosa per l’ambiente.

Il Team Vaia ringrazia di cuore il Comune di Folgaria e l’APT Alpe Cimbra, che hanno accolto con grande entusiasmo l’iniziativa, e tutti i partner e gli sponsor coinvolti nell’organizzazione di questo evento innovativo.

La Foresta degli Innovatori è già geolocalizzata (https://bit.ly/3Vii21e ) e visitabile da tutti: il bello deve ancora venire e sarà bello seguirne nel tempo gli sviluppi.

Con le parole di Federico Stefani, founder di VAIA:
«Questo è l’inizio di un percorso: VAIA vuole diventare il centro di un ecosistema di innovatori. E l’energia generosa delle tante persone presenti da tutta Italia, e di quelle che da lontano hanno sostenuto l’iniziativa, è stata la conferma che siamo sulla strada giusta».